Il paese di parlo solo io

 

Nel Paese di Parlo solo Io viveva un bambino che non parlava mai perchè tutti gli abitanti di quel posto continuavano a parlare senza ascoltare mai nessuno.

Regnava una gran confusione, tutti urlavano ma nessuno riusciva a capire quello che diceva l’altro.

Un giorno il bambino si stancò perchè voleva anche lui poter esprimere le sue idee

Decide così di andare da un mago che abitava lontano dal Paese, solo lui capiva il linguaggio dei bambini e li sapeva ascoltare.

Il bambino gli chiese di preparare una pozione magica per convincere tutte le persone ad ascoltare, allora il mago mise nel pentolone le parole: grazie, prego, rispetto, ascolto, gentilezza, amicizia e perdono.. insomma tutte le parole del cuore.

Poi rimescolò più volte e mise il pentolone sul fuoco, all’improvviso le parole cominciarono a salire verso l’alto e nel cielo formarono una grande nuvola rossa.

La nuvola con il vento si spostò verso il Paese di Parlo solo Io e cominciarono a cadere gocce di parole gentili.

 

Tutti gli abitanti furono bagnati da questa pioggia magica e finalmente i bambini iniziarono a parlare, alla fine ogni persona del Paese grazie al bambino ebbe la possibilità di esprimere le proprie idee ed imparò ad ascoltare e rispettare i pensieri degli altri.

Questo libro è stato realizzato nell’anno scolastico 2018-2019 dai bambini della classe seconda della scuola primaria di Gavasseto.

Insegnante: Anna Maria Pergetti.

Si tratta di un libro realizzato su nastro rosso che ci racconta l’importanza di ascoltare e rispettare il pensiero degli altri.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.