I vincitori di /bao’bab/ dell’a.s. 2018/19

Un grande entusiasmo di studenti, docenti e genitori ha accompagnato Sabato 7 Dicembre 2019, in mattinata, presso il cinema Rosebud di Reggio Emilia, la cerimonia di premiazione dei concorsi In forma di libro e Fuoriclasse legati alle attività dello scorso anno scolastico  del progetto comunale di promozione della lettura e della scrittura /baobab/casa italiana della letteratura italiana per ragazzi.

Il progetto comunale quest’anno ha coinvolto 64 scuole per un totale di quasi 100 classi e 5000 bambini e ragazzi delle scuole di Reggio Emilia e provincia.

Le personalità cittadine che hanno premiato i bambini e i ragazzi sono stati l’assessore alla scuola Raffaella Curioni, l’organizzatore della biblioteca Panizzi e decentrate Alberto Ferraboschi e il regista e direttore artistico del Reggio Film Festival Alessandro Scillitani.

Ecco tutti i vincitori e le motivazioni della giuria.

Concorso IN FORMA DI LIBRO – PRIMA PARTE: SCUOLA PRIMARIA PRIMO CICLO (classi 1, 2)

Tema: le parole di bambini e/o ragazzi aderendo all’Anno Internazionale delle Lingue Indigene proclamato nel 2019 dall’Assemblea delle Nazioni Unite

ore 9.15-10.00 premiazione concorso In forma di libro

TERZI CLASSIFICATI
Parole sbocciate Scuola primaria IV Novembre, Gavasseto – classe 1^

Per la realizzazione di un simpatico libro a forma di bocca in cui è scritta una lastrocca con parole d’amore e di amicizia dette dai bambini, che trasmettono ad ogni lettore il buonumore. Complimenti!

SECONDI CLASSIFICATI
Il Paese di Parlo solo io Scuola primaria IV Novembre, Gavasseto – classe 2^

Per la realizzazione di un libro-rocchetto in sto a, che assomiglia un po’ a un papiro rosso moderno e si legge srotolandolo pian piano come si srotola un lo, ma anche come si guarda un lm, nel quale si racconta una piccola storia per imparare a parlare con gli altri. Com- plimenti!

PRIMI CLASSIFICATI
Abbecedario di un puntino Scuola primaria Don Zanni, Felina – classe 1^

Per la realizzazione e la stampa di un libro-abbecedario che narra la storia di un puntino alla scoperta della lettura e della scrittura attraverso le storie ed i personaggi di albi illustrati, uno per ogni grafema e fonema: dall’elefante variopinto Elmer ad Igor, da Mamma Mu a Dodo, da Zizù alla Regina delle rane. Tutti insegnano al puntino la bellezza ed il coraggio di essere diversi, unici e amici. Complimenti!

SECONDA PARTE: SCUOLA PRIMARIA SECONDO CICLO (classi 3, 4, 5)

TERZI CLASSIFICATI

Brum! Brum! Scuola primaria IV Novembre, Gavasseto – classe 3^

Per la realizzazione del libro lastrocca intitolato “Brum!Brum!” che racconta in rima la sto- ria di un contadino che narra le sue avventure a bordo del suo trattore. “Son pronto a partire, io sono al volante/gli altri mi mettono il carburante./Brum!Brum! Accendo il motore./tutti trasportano il mio trattore”. Super originale l’edizione del libro oggetto a forma di volante. Complimenti!

SECONDI CLASSIFICATI

Il libro senza parole Scuola primaria Gino Bartali – classe 3^ A

Per la realizzazione di un silent book, cioè di un libro senza parole: sembra facile ma non lo è per niente, specie quando si vuole raccontare una storia. Non a caso i giovani autori introducono il loro libro citando una frase dell’illustratore Alessandro Sanna che hanno incontrato nella passata edizione della rassegna /bao’bab/Invito alla lettura: “Le storie si narrano per immagini”. Complimenti!

Io sono, io divento… Scuola primaria IV Novembre, Gavasseto – classe 4^

Per l’ideazione di un libro di testi lirici scritti utilizzando la tecnica del calligramma, se- guendo un lo verde che scorre per tutte le pagine del libro e le unisce tra di loro; partico- larmente bella e originale la copertina realizzata attraverso un intreccio di fogli di giornale. Complimenti!

PRIMI CLASSIFICATI

Tu non mi capisci Scuola primaria IV Novembre, Gavasseto – classe 5^

Per la scrittura di un bel racconto che parla delle di coltà di comunicazione tra la genera- zione dei nonni e quella dei bambini e dei ragazzi di oggi, sempre più moderna e tecnolo- gica; originale l’impaginazione del libro a forma di joystick; curati e coloratissimi i disegni. Complimenti!

 

 

CONCORSO IN FORMA DI LIBRO – SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Tema: le parole di bambini e/o ragazzi aderendo all’Anno Internazionale delle Lingue Indigene proclamato nel 2019 dall’Assemblea delle Nazioni Unite

ore 10.15-11.15

TERZI CLASSIFICATI

Il cuore del regno, Matilde Bedici
Scuola secondaria di primo grado Don Pasquino Borghi, Rivalta – classe 1^ C

Per la scrittura individuale della aba “Il cuore del regno”, in cui un re riesce a diventare mago e a salvare il suo popolo. Il racconto scorre corretto e leggero in terza persona; interes- santi i dialoghi diretti. Bravissima la giovane autrice!

I tre re e gli uccelli

Scuola secondaria di primo grado Don Pasquino Borghi, Rivalta – classe 1^ C

Per la realizzazione e l’impaginazione del libro di un racconto epico che narra di tre sovrani annoiati che improvvisamente decidono di dichiarare guerra agli uccelli. Molto originale anche la copertina in cuoio e la scrittura di altri due racconti: “Il cuore del regno” e “L’equi- librio tra il bene e il male”. Complimenti!

SECONDI CLASSIFICATI

Ascoltando Esopo, scriviamo le nostre favole

Scuola secondaria di primo grado Enrico Fermi – classi 1^ F e 2^ F

Per la partecipazione di un gruppo di studenti di due classi che hanno portato avanti un progetto di riscrittura di favole originali, partendo da quelle di Esopo, riportandone all’in- terno i propri valori e le proprie verità, dando vita a un libro autoprodotto sia in copia cartacea che digitale. Complimenti!

L’equilibrio tra il bene e il male, Fioroni Aurora
Scuola secondaria di primo grado Don Pasquino Borghi, Rivalta – classe 1^ CPer l’invenzione della favola della buona notte di Natale che Hope racconta ai suoi nipotini; originale il personaggio principale della storia (narrata sia in prima persona che in terza persona) una piccola locomotiva giocattolo che prende magicamente vita. Complimenti alla giovane scrittrice!

Oltre il faro… una nuova vita

Scuola secondaria di primo grado Alessandro Manzoni – classe 2^ A

Per aver documentato, attraverso un manoscritto, il lavoro di gruppo di lettura e appro- fondimento del testo del romanzo di Paola Zannoner “L’ultimo faro” (autrice incontrata all’interno della rassegna /bao’bab/Invito alla lettura), realizzando riassunti di capitoli, ri- scritture, illustrazioni e un’intervista all’autrice. Complimenti!

PRIMI CLASSIFICATI

Caro diario

Scuola secondaria di primo grado Don Pasquino Borghi, Rivalta – classe 2^ A

Per la scrittura di un vero diario di classe (quasi segreto) nel quale si raccontano con sin- cerità i propri pregi e difetti, le avventure scolastiche e, in particolare, i propri sentimenti. Complimenti!

 

 

PREMIAZIONI CONCORSO FUORICLASSE – VIDEORACCONTI DI ESPERIENZE DIDATTICHE  ore 11,30 – 12,30

Tema: quello che dicono bambini e ragazzi

TERZI CLASSIFICATI

Patulè, Dialoghi di confronto C.E.P. Rondine azzurra, Albinea

Apprezzabile l’idea di rendere immortale attraverso il video e la fotogra a momenti di scuo- la quotidiana. Emerge dal lavoro proposto la volontà di rendere lo spettatore edotto del rapporto tra ogni bambino e i propri amici e tra i bambini tutti e gli adulti che interagi- scono con loro. Il momento nale suggella un percorso sicuramente ricco di umanità e di educazione.

 

 

SECONDI CLASSIFICATI

Matematica a teatro Scuola primaria IV Novembre, Gavasseto – classe 2^

Il lavoro è ricco di fantasia e attenzione ai dettagli. Affascinante l’idea di citare fin dal titolo uno dei più classici scogli scolastici per dipanare un’opera in cui proposta formativa e utiliz-zo della telecamera si fondono all’unisono. Da sottolineare il fatto che i bambini stessi sono protagonisti del filmato nella loro realtà quotidiana.

 

PRIMI CLASSIFICATI

Di forma … in forma

Scuola primaria Madre Teresa di Calcutta, Massenzatico – classi 4^ A e 4^ B

Curatissima l’immagine con appropriata scelta di dettagli alternati a campi più larghi, a vol ti e a campi di ritmo. La ricerca di portare a conoscenza del fruitore le emozioni dei ragazzi è riuscita pienamente. Il video rende non solo protagonisti coloro che l’hanno realizzato ma anche coloro che lo guardano immergendoli in un mondo di sorpresa costante.

 

 

VIDEO FUORICONCORSO

Non aprite questa scatola

Scuola secondaria di primo grado A. S. Aosta

Rimarchevoli la regia e il testo e signi cativa la scelta di fare della scuola la location della maggior parte delle scene. Il lavoro sulla curiosità, la paura, il coraggio, il dubbio, tutti ele- menti tipici non solo dell’età adolescenziale ma di ogni passaggio della vita, rendono il lm foriero di interrogativi cui siamo tutti chiamati a dare risposta.

Global W

Scuola secondaria di primo grado A. Balletti, Quattro Castella

Straordinaria l’idea, ottima l’interpretazione, accuratissima la scelta dei testi che porta lo spettatore all’interno di un tema che apparentemente lontano, si trasforma via via in un’ avvolgente realtà. La fotogra a, i suoni, il montaggio ricercato e la regia ricca di soluzioni rendono il lavoro particolarmente apprezzabile.

Cyber(bullismo) comizi

Scuola secondaria di primo grado Spallanzani di Casalgrande (RE) – classi seconde

In collaborazione con Nove Teatro Novellara

Il film rende testimonianza della vita concreta di adolescenti che attraversano una delle età più delicate della vita. Non era semplice ragionare con loro su motivazioni che originano i comportamenti dei giovani stessi. Al di là della realizzazione tecnica, è dunque estrema- mente apprezzabile la ricerca che emerge dal video in cui i soggetti dell’inchiesta diventano essi stessi protagonisti.

L’assessore Raffaella Curioni, al termine delle premiazioni, ha lanciato il tema di /bao’bab/casa della letteratura italiana per ragazzi che caratterizzerà i concorsi Fuoriclasse e In forma di libro dell’edizione numero 21 del progetto comunale: Prendersi cura di sé, prendersi cura del mondo in cui viviamo, aderendo così all’Anno internazionale della saluta delle piante proclamato nel 2020 dall’Assemblea Internazionale delle Nazioni Unite; ma anche la ricorrenza del centenario della nascita dello scrittore italiano per ragazzi più conosciuto al mondo: Gianni Rodari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.