Le parole segrete di Emanuela Nava

Nella mattinata di mercoledì 7 marzo, a partire dalle ore 9 al cinema Rosebud e a partire dalle 10,45 alla biblioteca San Pellegrino Marco Gerra, la scrittrice Emanuela Nava, ospite dell’edizione 2018 di /bao’bab/invito alla lettura, ha incontrato oltre trecento bambini delle classi prime, seconde e terze delle scuole primarie di Reggio Emilia e provincia.

E’ stata l’occasione per bambini e bambine per conoscere una delle scrittrici italiane più amate.

Ma anche attrice e lettrice bravissima. Capace di creare con immediatezza e semplicità una grande empatia con i bambini.

Alle domande degli alunni, che nei mesi scorsi avevano letto in classe – da soli o insieme alle loro insegnanti – veramente tanti, tantissimi, dei circa 100 libri pubblicati dalla Nava, si sono alternate delle brevi letture da parte dell’autrice: per lo più fiabe africane con protagonisti tanti animali. E tante pagine tratte dai suoi testi.

Nava ha raccontato anche dei suoi viaggi in Africa e in India, che sono state una grande ispirazione per tante sue storie.

Ma c’è stato anche il tempo per scoprire il significato segreto di tante parole che adulti e bambini utilizzano ormai meccanicamente, senza scavare nel loro significato e nei rimandi che evocano. Perché ogni parola, ha spiegato l’autrice milanese, ha una sua lunga storia, deriva da altre parole e insomma, racchiude in sé tanti segreti.

Svelare, per esempio.

Oppure…. coraggio.

Oppure… salutare.

Cosa vuol dire salutare?

Salutare vuol dire augurare buona salute, dire bene di un’altra persona, augurargli buona fortuna e buona salute, dirgli una cosa bella, farle un complimento.

Che bello sarebbe iniziare ogni giornata con persone che ci salutano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*