La talpa sulla rete

Un giorno una piccola talpa ricevette in dono dalla mamma e dal papà un tablet per aver ricevuto un’ottima pagella: la migliore di tutta la scuola!

La talpa era al settimo cielo!
Decise di provare subito il suo regalo…

Ma si accorse che sottoterra la connessione era debole.

Così pensò di scavare fino in superficie.

Accese il tablet all’ombra di una quercia.

Configurò la rete.

Andò su Youtube.

Guardò diversi video.

Restò sbalordita dal numero delle visualizzazioni, dai commenti, dagli iscritti e dal like postati.

Per sentirsi importante volle fare un video. Si truccò. Indossò il suo bellissimo tutù rosa.

Poi sulle note di Havana la piccola talpa iniziò a ballare in modo buffo.

Così il video si diffuse il rete e…

Ad un tratto iniziarono ad arrivare le prime visualizzazioni.

La mattina seguente, al suo risveglio, la talpa, ansiosa, accese subito il suo tablet e vide che le visualizzazioni erano numerose, ma c’erano anche tanti dislike e commenti offensivi anonimi.

FAI SCHIFO, FAI PENA, SEMBRI UNA BALENA

SEI NEGATA A BALLARE.  VATTENE AL CIRCO, BRUTTA FACCIA DA MAIALE.

 

A quel punto la talpa, triste e sconsolata, si chiuse nella sua tana per la vergogna.
Non usciva più.
Non mangiava più.
Non giocava più con i suoi amici. I genitori, preoccupati, portarono la talpa dal dottor gufo.
Il dottor gufo disse:
“Occorre essere cauti con la rete e avere sempre vicino una persona adulta. Ma ora non piangete sul latte versato. Cara talpa, ignora i giudizi del popolo del web”.
Così la talpa capii la lezione e si dedicò ad altre attività.


 

 

Questo racconto è stato scritto nell’anno scolastico 2017-2018
dagli alunni della classe Quinta della Scuola primaria Gino Bartali.
E’ stato realizzato dopo l’incontro con lo scrittore Crhistian Stocchi
che aveva parlato del suo libro Esopo – Favole in wii-fi.
Ne è stata realizzata una copia speciale anche con il linguaggio aumentativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.