I tre porcellini per Rivalta

Tanti anno or sono tre porcellini cercavano disperatamente un paladino per essere protetti dal lupo.

Dopo qualche settimana arrivarono alla Reggia di Rivalta: era circondata da un enorme giardino pieno di piante. Aveva più di sessanta stanze e una scalinata con sopra un tappeto rosso come il fuoco; era di proprietà del duca Francesco e della duchessa Carlotta.

La Reggia era stata abbandonata molti anni prima durante la guerra e, a prima vista, sembrava un luogo brutto e oscuro, ma in verità era abitato da un gatto buono e gentile con i suoi amati parenti.

Quando i porcellini e il gatto si conobbero meglio, diventarono subito amicizia.

Il gatto fece costruire tre casette per loro: una di paglia, una di legno e l’ultima di mattoni.

Il giorno seguente il lupo venne accadere dell’accaduto e pensò: “Appena penseranno che ho smesso di cercarli usciranno dalle loro casette e li catturerò per poi preparare la mia zuppa di sasso e il pasticcio di maiale per i miei figlioli”.

I tre porcellini, più furbi del lupo, piazzarono delle trappole geniali per non finire nel pasticcio.

Una settimana dopo, finite le trappole, i tre porcellini erano pronti a scacciare il lupo.

Si misero in postazione pronti a far scattare le trappole.

Il lupo si avvicinava sempre di più col fucile a portata di mano e i suoi figli alle spalle: gli stava insegnando come mettere nel forno un maialino grassottello.

Giunto a destinazione, il lupo si avvicinò ai tre porcellini, caricò il fucile, ma prima di sparare cadde lungo disteso nelle trappole dei tre porcellini che tutti felici esclamarono: “Dobbiamo festeggiare!”

Il lupo si liberò dalle trappole, ma troppo addolorato tornò a casa a testa bassa.

I porcellini, per festeggiare, andarono al Teatro Valli per assistere a uno spettacolo del Piccolo Principe e e al cinema a Rivalta a vedere Jurassic world.

Quando spettacolo e film furono terminati i tre porcellini tornarono a casa continuando a fare baldoria e vissero per sempre felici e contenti nella Reggia di Rivalta.


Cosa succederebbe se i personaggi delle fiabe uscissero dai libri e iniziassero a girare a Reggio Emilia? Potrebbe capitare che Cenerentola non trovi più il ballo o che i Tre Porcellini frequentino la scuola di Rivalta insieme al lupo.

Oppure?

I bambini delle classi Quarte hanno voluto immaginare i luoghi della cultura del nostro territorio in modo divertente e fiabesco. Ogni gruppo ha preparato una storia.

“Noi abbiamo lavorato insieme e ci siamo divertiti tantissimo. Buona lettura”.

Questo racconto fa parte del libro “I personaggi delle favole in giro per Reggio Emilia“, realizzato nell’a.s. 2017-18 dalle classi Quarte della scuola primaria di Rivalta. Oltre ai Tre porcellini nella Reggia di Rivalta, ci sono Cenerentola al Museo Spallanzani e Cappuccetto Rosso alla Biblioteca Marco Gerra San Pellegrino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.