/bao’bab/, premiati i bambini che amano scrivere i libri

Al cinema Rosebud una grande festa condotta dall’ideatore Giuseppe Caliceti Dopo i luoghi del cuore, la prossima edizione è dedicata alla lingua dei ragazzi.

REGGIO EMILIA. Rivalta trionfa nell’edizione 2017-2018 di bao’bab. Ieri al cinema Rosebud, alla presenza dell’assessore a educazione e conoscenza Raffaella Curioni e del direttore della biblioteca Panizzi e decentrate Giordano Gasparini, sono state decretate le classi e gli studenti vincitori dei concorsi promossi nell’ambito del progetto curato da Giuseppe Caliceti e dedicato alla promozione della lettura e della scrittura creativa.

Il concorso “In forma di libro / Giocare e lavorare con le parole”, che premia i migliori libri autoprodotti realizzati dalle classi delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, per la scuola dell’infanzia è stato vinto dalla Sant’Ambrogio di Rivalta con “Cappuccetto rosso e bianco” e “Buoni e cattivi si nasce”. Per la scuola primaria primo ciclo (classi I, II, IIII) ha alzato la “coppa” la scuola primaria IV Novembre di Gasassero con “Tutti a scuola!”.

Prime classificate per la scuola primaria secondo ciclo (classi IV e V), sono le classi IV A e IV B della scuola primaria di Rivalta con “I personaggi delle favole in giro per Reggio Emilia”, e la V A e V B della scuola primaria Gino Bartali con “Il dolce agnellino” e “La talpa nella rete”. Tra le classi della scuola secondaria di primo grado ha vinto la I A della scuola Don Borghi di Rivalta con “Favole in rete”.

Quindi sono stati premiati i vincitori del concorso “Baoblogger”, ossia le classi e gli studenti più attivi su www.baoblog.it, il blog degli amici di Baobab. prima classificata la classe IV A della scuola primaria Ghianda con “Il giorno delle premiazioni”.

Il concorso “Fuoriclasse”, che premia i migliori videoracconti di esperienze didattiche realizzati dalle classi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado, è stato vinto dalla scuola Aosta di Reggio Emilia con “Stranger school”.

Nell’anno accademico 2017/2018 Baobab ha coinvolto circa 3.000 studenti delle scuole di Reggio Emilia sul tema “Luoghi del cuore e dell’identità: conoscere se stessi per aprirsi agli altri”, in adesione all’Anno Europeo 2018, continuando la missione che da sempre lo contraddistingue: promuovere la pratica della lettura e della scrittura creativa giovanile (dalle scuole dell’infanzia fino alle scuole secondarie) con molteplici attività: mostre, conferenze, laboratori didattici, concorsi letterari, pubblicazioni e il prezioso contributo di scrittori affermati e nuovi autori.

La nuova edizione di Baobab, invece, sviluppa il tema “Lingua dei bambini e dei ragazzi”, aderendo così all’Anno internazionale delle lingue indigene proclamato per il 2019 dall’Assemblea Internazionale delle Nazioni Unite.


(Gazzetta di Reggio – 2 Dicembre 2018)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.