Stefano Bordiglioni, sugo e maccheroni

Salve amiche! Salve amici!

Iniziamo a prepararci e a parlare in modo più approfondito un po’ degli scrittori ospiti della rassegna annuale Baobab/Invito alla lettura, organizzata dal Comune di Reggio Emilia con la collaborazione dei servizi bibliotecari della provincia di Reggio Emilia, l’Università di Modena e Reggio Emilia, TeleReggio, Aterballetto, Uver e CIR.

 

 

Il primo, amatissimo scrittore per bambini e per ragazzi che verrà a Reggio Emilia i primi di febbraio, sarà Stefano Bordiglioni.

Per l’esattezza Venerdì 10 Febbraio.

Stefano Bordiglioni ha lavorato fino a qualche anno fa, come insegnante, in una scuola elementare di Forlì.   Adesso è in pensione.

Incontrerà quattrocento bambini delle scuole primarie di Reggio Emilia: alle ore 9 al Cinema Rosebud, alle 10,45 alla Biblioteca Ospizio.

 

 

Stefano Bordiglioni si è laureato in pedagogia a Bologna, con una tesi sperimentale sulla creatività infantile.

Ha lavorato in gioventù in un albergo di proprietà della mia famiglia.

Per studio o per turismo, ha visitato tantissimi Paesi in tutto il mondo, fra i quali molti paesi europei, poi il Messico, la Cina, la Polinesia, l’India, il Botswana, il Nepal, l’Egitto, il Marocco ed altri ancora.

La stessa curiosità che lo ha spinto a viaggiare, lo ha portato anche sott’acqua…. Possiede infatti un brevetto da istruttore subacqueo ed ha effettuato immersioni un po’ in tutti i mari e gli oceani del nostro mondo.

 

 

Da ormai diversi anni, per una serie di fortunate combinazioni, ha iniziato a scrivere favole, racconti e storie per ragazzi.

 

 

Dal 1996 al 2004 molte di queste storie sono state pubblicate da Einaudi Ragazzi, Einaudi Scuola, E.Elle, Emme ed altri editori di narrativa per l’infanzia.

Una produzione piena di idee, tanti libri veramente eccezionali per quantità e qualità!

 

 

Con le pubblicazioni o con i suoi racconti ha vinto in questi anni diversi premi letterari e concorsi, fra i quali il premio intitolato a Gianni Rodari, il premio Hans Christian Andersen-Baia delle Favole ed il premio Colette Rosselle della fondazione Bassi Montanelli di Fucecchio.

Stefano Bordiglioni ha anche prodotto, in collaborazione con alcune colleghe, due libri di lettura per la scuola elementare (terza, quarta, quinta) ed un libro per le vacanze dalla prima alla quinta.

Ha scritto anche per il teatro: per la compagnia del teatro dell’arca di Forlì ho sceneggiato la Guerra alla grande melanzana (per la regia di Franco Palmieri), nel 1998 per il teatro per ragazzi.

 

 

Come se non bastasse, Stefano Bordiglioni ha scritto testi anche per la televisione.

Quali?

Per esempio ha scritto i testi della trasmissione Zona Franka, un gioco interattivo per ragazzi in onda al pomeriggio su RAI 3 dall’ottobre 2000 al giugno 2002.

Ha realizzato anche testi per tantissime canzoni per bambini.

Eh, no, no, no, non è proprio un caso se, in ogni suo incontro con i bambini,  si porta sempre con sé la sua chitarra e si mette a cantare insieme a loro!

Secondo me il suo sogno segreto è proprio quello di fare il cantante!

Accadrà così anche a Reggio Emilia, scommettete?

A volte si tratta di canzoni inventate da lui, altre volte di rifacimenti ironici di canzoni per bambini che lui attualizza con grande maestria e divertimento.

A proposito, avete mai ascoltato la canzone Sugo e Maccheroni?

No-o? Ecco qui:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.