Il futuro dei personaggi

Mimosa

Terminata la guerra Mimosa si dedicò finalmente al teatro, la sua grande passione.

Diventò attrice realizzando un grande sogno.

La grande città in cui abitava le aveva offerto molte opportunità.

Nel 1957, a 23 anni, divenne un’attrice molto affermata.

Sposò presto il suo unico grande amore: Valentino.

Indovinate chi celebrò il loro matrimonio?

Eligio!

Il testimone di nozze di Valentino non poteva essere che il suo grande amico Italo.

 

Danilo

Alla fine della guerra aprì un ristorante molto elegante e lo chiamò Il cucchiaio d’argento.

Caterina, sua moglie, lo aiutò nella gestione del ristorante.

 

Caterina

Caterina sposò Danilo nel 1948, malgrado fosse più anziana di lui.

Dopo aver lavorato per anni presso un famoso sarto, riuscì finalmente ad aprire una casa di moda tutta sua e diventò una stilista famosa.

Fece tanti soldi e riuscì a comprare insieme a Danilo una bellissima villa in collina.

Ebbe due gemelli: Eleonora e Gianluca.

Fecero battezzare i loro figli da don Eligio e, una volta cresciuti, raccontarono loro del periodo della guerra e della bravura del parroco che aveva salvato tante persone da una morte certa, tra i quali anche il loro papà: Danilo.

 

E quando un libro finisce?

Che fine fanno i personaggi?

E le loro storie?

Dunque, qui qualcuno si è fatto queste domande e ha pensato di lavorarci su. A scuola.

Ricapitolando: cosa hanno fatto gli alunni e le alunne della classe Quarta A e Quarta B della scuola Canossini di Villa Sesso di Reggio Emilia?

Per prima cosa anno letto un libro della scrittrice Lia Levi: La collana della regina. Poi? Poi, prima di incontrarla al cinema Rosebud in uno dei tanti incontri tra studenti e scrittori di Baobab/Invito alla lettura, con l’aiuto dei loro insegnanti, hanno immaginato come sarebbe continuata la storia dei personaggi di cui avevano letto nel libro e l’hanno scritta.

Di tutti i personaggi?

Sì, di tutti.

Ma qui ne potete leggere solo tre.

Se invece volete leggere tutte le storie future dei personaggi del libro – e magari volete leggere anche il libro di Lia Levi, – non dovete far altro che recarvi alla biblioteca San Pellegrino Marco Gerra di Reggio Emilia e chiedere i due libri in prestito. Quello realizzato dagli alunni di Villa Sesso fa parte naturalmente della Biblioteca dei Giovani Cittadini di Reggio Emilia e provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*