Beatrice Masini

Salve ragazzi! Salve ragazze! Eccoci qui a parlare del secondo incontro di Baobab/Invito alla lettura che si terrà Venerdì 24 Febbraio con la scrittrice Beatrice Masini.

Tanti sono i libri che si possono leggere per prepararsi ai due incontri con Beatrice a Reggio Emilia.

Il primo, alle ore 9, al Cinema Rosebud.

Il secondo, alle ore 10,45, alla Sala Planisfero della Biblioteca Panizzi, in via Farini.

Entrambi gli incontri sono rivolti a ragazzi e ragazze della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado.

Ma chi è Beatrice?

Cosa sappiamo di lei?

Dunque, Beatrice Masini è nata a Milano, dove vive e lavora.

Cosa sappiamo di lei?

Dunque, ha due figli, ormai grandi.

Il suo hobby è il giardinaggio.

Ama moltissimo la pizza.

Ha una casa sul Lago di Garda.

Come cuoca è bravissima soprattutto nel preparare i primi piatti.

Lavora come giornalista ma, soprattutto, come editor in casa editrice.

Cosa vuol dire editor?

Vuol dire…. Vuol dire che aiuta gli scrittori e le scrittrice a scrivere meglio e a pubblicare nel modo migliore i loro libri.

Insomma, a migliorarli.

Sì, un n po’ come fanno a scuola le maestre o le prof di italiano con i loro studenti.

Ah, un’altra cosa: Beatrice è anche traduttrice!

E’ famosa per aver tradotto Harry Potter, per esempio.

Poi?

Beh, poi scrive libri per bambini e ragazzi, dagli album illustrati per i più piccoli a romanzi per adolescenti. E le sue storie, tantissime storie, sono tradotte in tutto il mondo!

Nei suoi testi affronta con impegno e passione i più diversi generi letterari e le più diverse tematiche: storie di scuola, conversazioni tra nonni e bambini che appagano il bisogno di evadere con la fantasia, ma soprattutto riesce a rappresentare i loro dubbi e le loro aspirazioni con grande sensibilità.

Per la casa editrice EL ha dato voce alle eroine della classicità greca, protagoniste di commedie e tragedie e dell’epica omerica come Alcesti, Cassandra, Circe, Penelope Nausica, Medea, e alle donne della Bibbia.

Ha scritto anche tanti libri per una collana piena zeppa di bambine-ballerine…

E poi?

Ah, sì, Beatrice ha scritto anche Ciao, tu, un fortunato e famosissimo libro insieme al suo amico scrittore Roberto Piumini.

Ecco un booktrailer su questo libro realizzato da alcuni ragazzi….

I suoi libri sono stati tradotti in quindici Paesi.  Beatrice Masini è anche fra gli otto italiani nominati all’Astrid Lindgren Memorial Award 2016, organizzato dallo Swedish Art Council ogni anno per premiare un autore, illustratore, narratore o promotore della lettura particolarmente meritevole.

Ha vinto nel 1999 il Premio Castello di Sanguinetto con il romanzo La casa delle bambole non si tocca(Salani), e nel 2004 il Premio Pippi con Signore e signorine – Corale greca (Einaudi Ragazzi), il Premio Elsa Morante con La spada e il cuore – Donne della Bibbia (Edizioni EL) e il Premio Andersen come miglior autrice.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*