Al via con Stefano Bordiglioni

Salve ragazze!
Salve ragazzi!

Venerdì 10 Febbraio, alle ore 9, con l’incontro con lo scrittore Stefano Bordiglioni, ha preso il via al cinema Rosebud di Reggio Emilia la diciottesima edizione di Baobab/ Invito alla lettura.
Alla prima parte hanno partecipato duecento alunni e alunne delle scuole primarie della città e della provincia: una prima, tre seconde e quattro quarte classi della primaria.

Alle ore 10:30 Stefano, per il secondo incontro, si è spostato con i bibliotecari a Bagno, lungo la via Emilia verso Modena,  dove ha incontrato altri duecento alunni.

Come sempre Stefano è arrivato in auto dalla Romagna, dove abita, portandosi la sua inseparabile chitarra. Ha raccontato storie, ha risposto alle domande. Ma, soprattutto, ha dato vita ad un allegro concerto di filastrocche.

Quanti sono stati i libri che Stefano ha scritto e pubblicato?

Più di duecento.

Inoltre Stefano Bordiglioni ha inventato sul momento tante rime divertenti con i nomi e i cognomi dei bambini. E ha raccontato anche la storia di Capuccetto Tonto. Che ridere!

Dato che ormai è Carnevale, non poteva mancare la sua canzone Arriva Carnevale, che tutti hanno cantato insieme a lui. Ah, volete leggervi i testi di questa e di altre sue canzoni? Leggete qui.

Al termine dell’incontro alcuni alunni hanno regalato allo scrittore un mega-segnalibro, gli hanno letto alcune filastrocche inventate da loro e gli hanno mostrato un libro scritto e illustrato con le proprie mani, aiutati dalle proprie insegnanti, intitolato “Chi è mia mamma?”

Sono state 122 le iniziative di /bao’bab/ nell’anno scolastico 2015-2016. I ragazzi che vi hanno partecipato? Per l’esattezza: 4.214 provenienti da 166 classi, con un numero complessivo di 71 laboratori.

E quest’anno quanti saranno?

Le iniziative sono tante: non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Laboratori, letture, incontri con scrittori, lezioni aperte.

 

Dopo l’incontro con Stefano Bordiglioni,  il prossimo appuntamento di /bao’bab/ Invito alla lettura è per  venerdì 24 Febbraio al Rosebud e alla Biblioteca Panizzi: arriva Beatrice Masini.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*