Sorpresa dal cielo

10-1-cieloUna sera sul paese di Cavriago calò una fitta nebbia e non si vedeva più niente.

Per fortuna il mattino dopo cominciò a soffiare un vento fortissimo che spazzò via la nebbia.

Ma questo vento portò in cielo tanti nuvoloni. Dalle nuvole, piano piano, cominciò a cadere la neve.

Nevicò, nevicò, nevicò.

Cavriago fu sepolta!

Il giorno dopo tutto il paese era sotto la neve: spuntavano solo le antenne della televisione e la punta del Gran Pino. 10-2-cielo

I bambini, all’inizio, furono contenti di non andare a scuola.

Dopo un po’, però, cominciarono a brontolare perché la neve era troppa e non ci si poteva giocare.

A mezzogiorno, nel cielo spuntò un sole giallo e splendente che sciolse un bel po’ di neve.

I bambini uscirono e fecero tante impronte sulla neve bianca. Si misero d’accordo e costruirono un enorme pupazzo di neve.

Dove?

Proprio sotto al Gran Pino di Cavriago.

Questa storia è stata inventata e illustrata dagli alunni e dalle alunne della classe 1 B della scuola primaria Gianni Rodari di Cavriago nell’anno scolastico 2003-2004. 10-3-cielo

Per la precisione: Sara Bonetti, Erika Boniburini, Vanessa Calcagno, Asia Caruso, Luca Cattani, Giulia Colatini, Mark Davoli, Michele Davoli, Antonio Deluca, Ilaria Demartino, William Dini, Arianna Fiengo, Vaelentina Gaetano, Elena Govi, Wafaa Kamal, Tarnvir Kaur, hajar Lamami, Manuel Leonardi, Lucrezia Manghi, Giovanni Masciari, Alessandro Masetti, Niccolò Piccinini, Lorenzo Turci, Sabrina Znidi, Matilde Zurli e le maestre Monica Mondini, Leonarda Spaggiari e Roberta Riccò.

Il testo è stato scritto al computer dai bambini durante le attività di laboratorio informatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*