La maestra Margherita

In vacanza

Margherita è una maestra molto distratta. Quest’anno per le vacanze è andata alle Maldive. Con lei è andato anche il suo gatto Michele. Ha preso la chiave della sua stanza n.3 e ha iniziato a girarla nella serratura della porta scassata. Appena entrata ha iniziato a svuotare le valige. Non immaginate che confusione! Calzini qua, maglie là, mutande qui. Insomma, sembrava un campo di battaglia. Finalmente è riuscita a trovare il costume. Se l’è messo. Ha preso maschera e pinne. E’ arrivata in spiaggia. Si è buttata in mare insieme al suo gatto Michele dentro una bacinella che facea finta di navigare. Margherita ha subito avuto un colpo di sfortuna: le si è attaccato un polipo alla gamba, ha perso la pinna e un altro polipo le stava arrivando in faccia. Terminato il bagno si è asciugata ed è corsa in camera e ha pensato: “Non tornerò mai più alle Maldive, meglio a casa mia sul mio divano”. (Francesca Burani)

I capelli

Tornata a casa dalla vacanza, la maestra Margherita si accorge che il gatto Michele la guarda e miagola. Lei lo prende in braccio, lo coccola. Chiude gli occhi, si addormenta, fa un brutto sogno e per sbaglio dà un pizzicotto al gatto Michele che miagola e scappa via.
La maestra Margherita si sveglia e va a letto senza neppure lavarsi i denti. La mattina dopo si sveglia presto, va in bagno e si guarda allo specchio. Decide di tagliarsi un po’ i capelli perché le sembravano troppo lunghi. Prese le forbici e iniziò a tagliare un po’ qui e un po’ là. Alla fine si ritrovò la frangia corta e storta. I capelli, che dovevano essere a caschetto, erano diventati tutti storti. Che pasticcio! Era impresentabile! Ma ormai era troppo tardi, così si presentò a scuola così. I suoi alunni, ormai abituati ad avere una maestra stravagante, non le hanno detto niente. (Giulia Scaglioli)

In cucina

La cucina della maestra Margherita sembra il regno della confusione. Un giorno stava preparanedo la cena e ha trovato un calzino nella pentola. Poverà margherita! Come è dura la vita per una pasticciona! (Elisa Bertucci)

In gita

La maestra Margherita va in gita con i suoi alunni in montagna. Arriva mezzogiorno, mangiano e vanno a sciare. Suona la campanella di partenza per i campi di sci. Tutti gli altri partirono, così partì anche lei. Scivolò, si rialzò e partì di nuovo. La sera si riscaldarono tutti vicino al caminetto dell’hotel e andarono a cena, poi guardarono la tv e alla fine andarono a dormire. Mentre tutti dormivano, la maestra Margherita divenne a un tratto sonnambula. Andò fuori dall’hotel, stava piovenbdo. Cadde in un fosso lì vicino e si sporcò tutta. (Mattia Truzzi)

Questi racconti sono stati scritti da alcuni alunni ed alunne della classe terza della scuola primaria di Mancasale nell’anno scolastico 2014-2015. Il nome degli autori è tra parentesi. Hanno tutti come protagonista la maestra Margherita, celebre personaggio inventato da Nicoletta Costa, nota scrittrice e illustratrice italiana, ospite più volte a Reggio Emilia all’interno del cartellone di Baobab/Invito alla lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*